Andiamo oggi a scoprire insieme quali sono le caratteristiche racchette padel che le permettono di avere una propria identità e distinguersi dalla massa.

Cose come i materiali, la forma, il peso e molte altre ancora, fanno la differenza caratteriale della pala che finirà con l’adattarsi o meno a un determinato giocatore.

Prima di andare nei negozi a comprare qualcosa di totalmente casuale, meglio informarsi e sapere esattamente cosa comporteranno determinate caratteristiche.

Noi di Racchettiamo vogliamo portarti alla scoperta di questi aspetti nell’articolo che stai per leggere, quindi buttiamoci subito nella mischia.

A questo link invece, troverai le migliori racchette da padel del 2022!

Come Scegliere Racchetta Padel


Questi sono i tratti somatici che fanno davvero la differenza. Se ne potrebbero aggiungere altri o toglierne qualcuno a seconda di cosa si considera davvero importante, ma noi abbiamo scelto questi.

Se cerchi il tuo prossimo abbigliamento da padel, dai un’occhiata qui!

Materiali

migliori racchette padel

I materiali sono la struttura portante e quelli che più di tutti vanno a inficiare sulla risposta della pala ai colpi, quindi non bisogna assolutamente sottovalutarli.

Una buona racchetta deve avere la struttura portante in carbonio, in modo da darle la rigidità necessaria per tutte le partite che dovrà sopportare.

Se non c’è carbonio dentro una pala, o significa che è un modello top che ha provato qualche strada diversa, oppure molto probabilmente si tratta di spazzatura.

Le racchette da padel che non comprendono il carbonio nelle caratteristiche, è probabile che utilizzino plastiche o altri materiali simili, i quali sono completamente inadatti.

Quindi, quando vai a scegliere, assicurati che ci sia questo punto fondamentale all’appello, altrimenti passa pure oltre senza voltarti.

Secondo poi ci sono i materiali della superficie, i quali possono essere in vetroresina, grafene, carbonio o molti altri materiali più o meno simili.

Qui non esiste una vera regola da seguire, vanno tutti più o meno bene e non comportano differenze tali da dover spendere molti soldi in più per scegliere il grafene piuttosto che la vetroresina.

Decidi in base a quello che ti permette il portafogli tanto, a meno di non essere un giocatore molto esperto, è probabile che non ti accorgerai della differenza.

In ultimo i materiali del nucleo della racchetta, dove anche qui non abbiamo un vincitore ma solo tanti concorrenti che fanno cose diverse.

Ci sono diversi tipi di gomma EVA e il FOAM, dove ognuno di essi aggiunge da un lato e toglie dall’altro, senza che si possa delineare un materiale preferenziale.

Anche qui vai dove ti porta il portafogli, cercando di capire quale sia la caratteristica principale che desideri dal tuo prossimo attrezzo.

Forma

caratteristiche racchette padel

La forma è una delle caratteristiche fondamentali nelle racchette da padel quasi quanto i materiali, poiché delinea il comportamento che avrà nelle fasi di gioco.

Una pala rotonda (qui la spiegazione) è maggiormente incline a perdonare errori e si sposa con un gioco tattico mentre, quella a diamante (qui la spiegazione) è più votata per aggressività e potenza.

Nel mezzo tra questi due estremi c’è quella a lacrima (qui la spiegazione), la quale ha un po’ di entrambe ma non riesce a eccellere in nulla.

Quale scegliere? Questo lo puoi sapere solo tu in base al tuo stile di gioco, poiché è una cosa assolutamente personale che non può essere indicata da altri.

La dimensione

caratteristiche racchette padel

La dimensione della faccia di una racchetta da padel è simile alla forma, ovvero determina maneggevolezza e potenza della stessa quando si gioca.

Una testa più grande è più pesante, il che significa poter sferrare dei colpi più potenti ma avere un oggetto molto più lento nel movimento.

Una con la faccia piccola invece è esattamente l’opposto, ovvero si muove con agilità ma non potrà generare un’uscita di palla feroce come l’altra.

Ancora una volta, noi possiamo solo indicarti come funzionano tali caratteristiche ma, cosa scegliere, dovrai essere tu a capirlo sul campo.

Peso racchetta padel

colpi padel

Il peso della racchetta da padel è uno degli aspetti fondamentali che vanno tenuti in debita considerazione.

Potrebbe sembrare di poco conto perché, tra i vari modelli, non passa più di una manciata di grammi, ma la verità è che sono importantissimi.

Una racchetta troppo leggera così come una troppo pesante, possono portare fastidi al gomito e generare l’epicondilite.

Il gomito del tennista è difficile da curare, richiede molto tempo e sedute di fisioterapia, quindi meglio non scherzare.

Il peso racchetta padel uomo dev’essere tra i 350 e i 390 grammi mentre, il peso racchetta padel donna tra i 350 e i 370 grammi.

Ovviamente questo dipende anche dalla persona, infatti ci sono modelli ultra leggeri che trovano grandi apprezzamenti, ma non sono per tutti.

Prova diverse racchette di vari pesi prima di procedere al tuo acquisto, altrimenti potresti trovarti con un prodotto inadeguato.

Altri aspetti importanti

Differenza tra racchetta padel e beach tennis

Ci sono altri aspetti importanti che si potrebbero o meno considerare, come ad esempio la lunghezza del manico che non è affatto uguale per tutte.

Altra cosa è la disposizione dei buchi sulla pala, le cui case produttrici fanno un discreto marketing ma che difficilmente l’utente percepisce eventuali differenze.

Un ultimo punto però che ci teniamo a includere è la ruvidezza o la texture della faccia, la quale permette di generare spin della pallina e conseguenti colpi tattici.

Più la texture è marcata, più sarà facile dare vita a un forte effetto che metterà in difficoltà l’avversario a patto di saperlo gestire correttamente.

Conclusioni


Queste sono le caratteristiche delle racchette da padel che devono essere tenute in considerazione prima di effettuare l’acquisto, pena il ritrovarsi un attrezzo inadatto.

La marca non è davvero cos’ importante, con tutti i principali produttori che si danno battaglia per sfornare ogni giorno prodotti al top.

Quello che davvero conta sono i dettagli che permettono all’utente di sentirla come un guanto nella propria mano piuttosto che un oggetto estraneo e fastidioso.